Sestao

Sestao è una municipalità situata a 11 km dalla città di Bilbao, sulla riva sinistra del fiume, con una carattere fortemente post-industriale e sui cui lati si è sviluppata la maggior parte delle municipalità del Biscay. Ha un’area di 3,5 km2 e solo 0,9 km2 sono dedicati all’uso residenziale, mentre il resto è dedicato all’uso industriale. Il suo sviluppo è dovuto principalmente al boom industriale del XIX secolo. Il quartiere dove si svolge il progetto è situato nella zona bassa di Sestao ed è dove la deindustrializzazione ha avuto più effetto.

Blast furner Sestao
Sestao buildings
Sestao flygfoto

Il quartiere e il gruppo di edifici

Il quartiere ha subito molto il processo di deindustrializzazione iniziato nel 1995. A tutt’oggi, il tasso di disoccupazione è di circa il 30%, molto più alto che nel resto della città. Anche confrontato con altre municipalità, il tasso di disoccupazione nel quartiere è circa il 10% più alto. C’è un misto di popolazione locale e di immigrati con risorse economiche molto limitate e un livello di istruzione molto basso.

Gli edifici sono in un’area urbana particolarmente degradata. È un’area composta da abitazioni costruite per la maggior parte all’inizio del XX secolo nel centro di Sestao, vicino a una zona industriale, con l’obiettivo di dare ospitalità e la possibilità di avere una residenza ai lavoratori della Aitos Hornos (fonderia). Sono state costruite in modo tale da portare a una scarsa ventilazione e alla mancanza di una distribuzione naturale della luce.

Il gruppo di edifici consiste in edifici residenziali, che per lo più hanno proprietari privati ma ce ne sono anche alcuni pubblici. Molti hanno una struttura in legno mal conservato e sono vecchi di 80-100 anni.

  • 1.300 abitanti nell’area
  • Superficie di 24.509m2 da rinnovare
  • 258 nuclei faimilari abiteranno negli edifici rinnovati
  • 258 abitazioni saranno rinnovate
Map Sestaoberri red

Interventi tecnici e non tecnici previsti

  • Ci siamo presi l’impegno di riqualificare e conseguentemente di ridurre gli sprechi, costi e emissioni di CO2 invece di demolire e costruire di nuovi edifici
  • Abitazioni che abbiano una ventilazione naturale e un orientamento nord-sud. Stanze con luce naturale e spazi ariosi per un uso di illuminazione naturale
  • Materiali sostenibili: legno, pannelli in prefabbricato, ecc…
  • Boiler centralizzati di biomasse per la produzione i calore e acqua calda (20%) e energia termica rinnovabile tramite pannelli solari (80%)
  • Protezione dal sole sulle facciate
  • Isolamento termico all’esterno
  • Riduzione della trasmissione termica del cappotto
  • Sostituzione delle finestre
  • Miglioramento della certificazione energetica al minimo richiesto (classe D)
  • Miglioramento delle condizioni della ventilazione nelle abitazioni
  • Ascensori con un sistema di recupero dell’energia in eccesso che torni nella linea principale dell’edificio
  • Termostati programmabili per il sistema di riscaldamento
  • Sistemi automatici di accensione/spegnimento nelle aree comuni degli edifici. Lampade a basso consumo o tubi fluorescenti nei punti in cui potrebbero essere necessarie attività di lunga durata (più di 3 ore)
  • Promozione dell’uso delle biciclette per guadagnare spazio negli edifici.

Sfide principali

La situazione economica attuale è particolarmente problematica a Sestao poiché c’è uno tra i più alti tassi di disoccupazione nell’area. La maggior parte degli edifici su cui lavoriamo sono di proprietà privata e richiedono una riqualificazione completa, che fa sì che per ogni proprietario ci sia uno sforzo finanziario importante, nonostante il supporto.

Impatto nell’area

Poiché la maggior parte degli edifici della dimostrazione sono di proprietà privata, le misure di riqualificazione per l’efficienza energetica non avranno grande impatto sui canoni d’affitto. In ogni caso, queste misure sull’efficienza energetica daranno alle abitazioni un valore di mercato più alto.

La riqualificazione portata avanti sta anche portando in un cambiamento della tipologia di proprietà della casa, in un contesto di partnership pubblico-privato. Per portare avanti il lavoro, la pubblica amministrazione ha dovuto assumersi la proprietà di alcune abitazioni, e una volta che esse saranno rinnovate, verranno vendute a privati o affittate a enti privati con criteri di tutela pubblica dell‘housing. Questo non significa solo un cambio di proprietà delle abitazioni, ma anche un riqualificazione e un ringiovanimento della popolazione nel quartiere. L’assegnazione di abitazioni tramite criteri di tutela pubblica non solo garantisce l’arrivo di nuove famiglie, ma dà anche la possibilità a persone più anziane o con problemi motori di assicurarsi la permanenza nelle loro abitazioni.

Infine, la riqualificazione degli edifici con criteri di efficienza energeticha porterfà a un risparmio sulle bollette per i residenti. Non avremo bollette comparative, poiché al momento nella maggior parte degli edifici non ci sono sistemi di riscaldamento e di produzione di acqua calda installati. I risparmi saranno paragonabili al consumo di energia per il mantenimento di edifici nuovi con sistemi di riscaldamento e di produzione di acqua calda.

Modello di finanziamento

La particolare situazione sociale, tecnica e economica rende impossibile per i proprietari riqualificare senza aiuti. La società pubblica SESTAO BERRI 2010, S.A., con un sussidio fornito dal governo basco e dalla Municipalità di Sestao, compra le abitazioni di coloro che non sono in grado o non vogliono riqualificare e paga circa il 50% dei costi ai proprietari che invece riqualificano. I lavori sono finanziati con la vendita delle case una volta riqualificate.

I lavori inizieranno a fine 2013 e dureranno fino al 2018.